Ultimo aggiornamento09:16:33 AM GMT

Sei qui: Home

DIVIETO ASSOLUTO DI ABBRUCIAMENTO DI RESIDUI VEGETALI, AGRICOLI E FORESTALI

E-mail Stampa PDF

 

Ordinanza n° 15/2017

OGGETTO: DIVIETO ASSOLUTO DI ABBRUCIAMENTO DI RESIDUI VEGETALI, AGRICOLI E FORESTALI NEL PERIODO  4 AGOSTO – 30 SETTEMBRE 2017”;

 

I L  S I N D A C O

Premesso che:

-      è consuetudine bruciare all’aperto ramaglie provenienti dalle attività di potatura delle piante nonché residui vegetali come erbacce e fogliame, paglia, sfalci e potature provenienti dalle attività di pulizia di fondi agricoli, orti e giardini;

-      la bruciatura di tali sostanze di origine vegetali provoca l’emissione nell’atmosfera di fumi contenenti sostanze incombuste, che provocano inquinamento, problemi igienici ambientali ma soprattutto è alla base di un serio rischio di incendi;

Considerato che:

-      Le condizioni climatiche di questa stagione estiva, rende fortissimo il rischio di incendi boschivi e di interfaccia, altamente pregiudizievoli per l’incolumità delle persone, dei beni e del patrimonio ambientale;

-      L’abbandono e l’incuria da parte dei privati di taluni appezzamenti di terreno, posti sia all’interno che all’esterno del perimetro urbano, comporta un proliferare di vegetazione, rovi e sterpaglie che, per le  elevate temperature estive, possono essere causa predisponente di incendi;

-      Si rende assolutamente necessario provvedere alla rimozione di sterpaglie, accumuli di residui vegetali, rovi e vegetazione, soprattutto in prossimità di boschi, strade, impianti industriali e artigianali, fabbricati e  insediamenti abitativi;

Viste:

-       La Legge 21.11.2000 n. 353, legge quadro in materia di incendi boschivi, ed in particolare l’art. 3 comma 3, lettere c), d) ed e) che prevedono l’individuazione delle aree a rischio di incendio boschivo, dei periodi di maggior rischio di incendio boschivo e degli indici di pericolosità, all’interno del Piano Regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi di bosco;

-       La L. n. 116 dell’11/08/2014;

-       Le leggi di settore;

-       Il D.Lgs. n. 152/2006 “Codice dell’Ambiente” e ss. mm. ed ii.;

-       Il nuovo Codice della strada con particolare riferimento all’Art. 29 comma 1/3;

-       Visto il Decreto Dirigenziale nr. 33 del 04/07/2017, pubblicato sul BURC nr. 55 del 10/07/2017, con il quale DICHIARA “LO STATO DI GRAVE PERICOLOSITA’ per gli incendi boschivi sull’intero territorio della Regione Campania dal 04 Luglio al 30 settembre 2017;

Vista la nota acquisita al protocollo n. 1714 del 03/08/2017 della Prefettura di che trasmetteva nota ricevuta il 27/07/2017 dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere con cui, segnalando che vi è divieto assoluto di bruciatura di vegetali e loro residui o altri materiali connessi all’esercizio di attività agricole nei terreni agricoli, anche se incolti, degli orti, parchi e giardini pubblici e privati, nonché la combustione dei residui vegetali forestali, e che in determinate condizioni per i contravventori si possono configurare ipotesi di reato p. e p. dall’art. 256, co. 1, lett. a) D.lgs. 152/2006 nonché dall’art. 674 c.p., si invitano i Comuni ad adottare  specifiche ordinanze che regolamentino le attività di abbruciamento;

-       Il Testo Unico degli Enti Locali, Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267, con particolare riguardo all’art. 54 in materia di Ordinanze sindacali contingibili ed urgenti per la prevenzione di gravi pericoli per la pubblica incolumità;

-       Attesa la propria competenza

O R D I N A

Per i motivi innanzi esposti che si intendono qui trascritti che, nel periodo di massimo rischio per gli incendi boschivi, dichiarato dalla Regioni Campania con D.G. nr. 33 del 04/07/2017, pubblicato sul BURC nr. 55 del 10/07/2017, ad oggetto: “DICHIARAZIONE DELLO STATO DI GRAVE PERICOLOSITA’ PER GLI INCENDI BOSCHIVI, ANNO 2017, DAL 04 LUGLIO AL 30 SETTEMBRE 2017”, IL  DIVIETO ASSOLUTO DI ABBRUCIAMENTO DI RESIDUI VEGETALI, AGRICOLI E FORESTALI NEL PERIODO 4 LUGLIO – 30 SETTEMBRE 2017”;

- A TUTTI I PROPRIETARI – CONDUTTORI – DETENTORI a qualsiasi titolo di aree confinanti con strade, boschi, abitazioni sparse, centri urbani, strutture turistiche – artigianali e industriali, di provvedere, con decorrenza immediata:

-         Alla rimozione dai terreni, per una fascia non inferiore ai 20 metri dalle strade comunali e dai complessi edificati, di ogni residuo vegetale o qualsiasi materiale che possa favorire l’innesco di incendi e la propagazione del fuoco;

-         Al decespugliamento laterale lungo le strade (in corrispondenza di strade principali che attraversano comprensori boscati a maggior rischio di incendio – infiammabilità delle specie, esposizione, accumulo di sostanze organiche, aree di sosta turistiche...) da effettuare, con mezzi manuali e meccanici, mediante la ripulitura laterale delle strade dalla copertura erbacea ed arbustiva per una fascia variabile tra i 5 ed i 20 metri.

-         Non gettare dai veicoli in movimento mozziconi di sigaretta su tutte le strade, come disposto dall’art. 15, lettera i) del Codice della Strada;

-         he i proprietari o detentori delle aree boscate provvedano al decespugliamento laterale ai boschi (lungo il perimetro di aree boscate, va creata una fascia di rispetto, priva di vegetazione, tale da ritardare o impedire il propagarsi degli incendi);

-         per i concessionari di impianti esterni di GPL e gasolio, in serbatoi fissi, per uso domestico o commerciale, di mantenere sgombra e priva di vegetazione l'area circostante al serbatoio per un raggio non inferiore a mt. 6,00, fatte salve disposizioni che impongono maggiori distanze;

-         del rispetto di tutte le ulteriori normative comunitarie, nazionali e regionali vigenti in materia.

 

A V V E R T E

 

Che in caso di mancato adempimento del presente provvedimento, oltre alle eventuali disposizioni penali, ai trasgressori della presente ordinanza sarà applicata, ai sensi dell'art. 7 bis del D. Ls. 267/2000 introdotto dall'art. 16 della L. 16.01.2003 (Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione), la sanzione pecuniaria da  25,00 euro a 500,00 euro, salvo quant’altro previsto dalla legge 353/2000 in materia penale.

D I S P O N E

la Polizia Municipale, i Carabinieri ed i soggetti autorizzati all'esecuzione della presente  Ordinanza.

Tutti i cittadini sono invitati a segnalare al Comune di Camigliano eventuali trasgressori.

 

R I C O R D A

 

  • Che su ogni cittadino incombe l’obbligo di prestare la propria opera in occasione del verificarsi di un incendio nelle campagne, nei boschi o nelle zone urbane e periferiche;
  • Che l’accensione di materiale plastico, di rifiuti, di ramaglie e di arbusti all’interno di aree boschive prevede sanzioni Penali così come disposto dal D.Lgs. 152/2006, dalla legge n. 353 del 21/11/2000 e dagli artt. 423, 423 bis, 449 e 674 Codice Penale;
  • Che chiunque avvisti un incendio che interessi o minacci la pubblica incolumità è tenuto a darne comunicazione immediata ad una delle seguenti Amministrazioni:

Vigili del Fuoco – Comando Provinciale di Caserta

Comando di Polizia Locale -  0823/879948

Regione Campania – numero verde 800 449 911

Corpo Forestale dello Stato – 1515

Comando Stazione Carabinieri di Pignataro Maggiore

 

La presente ordinanza ha efficacia immediata e verrà pubblicata all’Albo Pretorio del Comune di Camigliano.

Contro la presente ordinanza è ammesso ricorso, entro 60 gg., al TAR della Campania o in alternativa al Presidente della Repubblica nel termine di 120 giorni dalla pubblicazione.

 

DISPONE ALTRESI’

 

  • che la presente ordinanza sia trasmessa: al Comando di Polizia Municipale; al Comando Stazione Carabinieri di PIgnataro Maggiore; al Comando Stazione Carabinieri Forestale Campania – Stazione di Calvi Risorta (CE); alla Prefettura di Caserta, alla Questura di Caserta; al Comando della Guardia di Finanza di Caserta; alla Regione Campania Direzione Generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali – Servizio Territoriale Provinciale di Caserta, alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere(Ce).

Che la presente ordinanza sia resa nota a mezzo affissione di avviso pubblico su tutto il territorio comunale, pubblicata all’Albo Pretorio on line dell’Ente;

 

Camigliano 03/08/2017

 

IL SINDACO

Giovanni Borzacchiello

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. maggiori informazioni.

Accetto i Cookie.